Agronomia •  28/07/2021

Il fabbisogno idrico della soia

PUNTI CHIAVE

  • Il consumo di acqua da parte della soia durante la stagione può variare da 50 a 66 cm durante la stagione di crescita, con oltre il 60% del consumo totale di acqua durante le fasi da R1 a R6.
  • La maggior parte dell'assorbimento dal suolo si verifica entro i primi 60-90 cm.
  • Una sufficiente disponibilità idrica è un fattore critico durante lo sviluppo dei baccelli e il riempimento dei semi (R3-R6)

L'EVAPOTRASPIRAZIONE

  • All'inizio della stagione, la perdita di acqua dal suolo avviene principalmente attraverso l'evaporazione dalla superficie del suolo.
  • Con il progredire dello sviluppo, la maggiore superficie fogliare ombreggerà il terreno e l'evaporazione diminuirà all'aumentare della traspirazione.
  • I residui colturali sul suolo possono ridurre significativamente la quantità di acqua persa per evaporazione, riflettendo la radiazione solare e proteggendo il suolo dal vento.

 

LA TRASPIRAZIONE

  • Con la traspirazione, le piante assorbono l'acqua dal suolo e la trasportano alle foglie. Gli stomi consentono al vapore acqueo di passare dalla pianta nell'atmosfera, raffreddando la pianta.
  • Il tasso di traspirazione aumenta all’aumentare della temperatura dell'aria, della radiazione solare e della velocità del vento.
  • Un’elevata umidità atmosferica riduce la traspirazione, diminuendo la differenza di potenziale idrico tra lo spazio aereo fogliare e l'aria ambientale.

 

UTILIZZO DELL'ACQUA DURANTE LA STAGIONE 

  • L’evapotraspirazione giornaliera varia notevolmente durante la stagione a causa della variabilità delle condizioni meteo giornaliere.
  • In media, l’evapotraspirazione giornaliera aumenta durante lo sviluppo vegetativo, raggiunge un picco durante le prime fasi di riempimento dei baccelli e diminuisce quando la coltura si avvicina alla maturità. (Tabella 1).
  • Oltre il 60% del consumo totale di acqua avviene durante le fasi riproduttive, da R1 a R6.
  • Il fabbisogno stagionale di acqua può variare da 50 a 66 cm durante la stagione (Kranz e Specht, 2012) rispetto a un intervallo tipico di 53-71 cm del mais.
 
Tabella 1 - clicca per ingrandire: Consumo medio giornaliero di acqua (ETc ), consumo idrico per fase di crescita e consumo cumulativo di acqua nel corso della stagione di crescita

 

PROFONDITÀ DI RADICAZIONE E ASSORBIMENTO DI ACQUA

  • Un apparato radicale ben sviluppato è essenziale per l'assorbimento idrico e la crescita della coltura.
  • Se l’apparato radicale della soia non è ostacolato dalla compattezza o dalla struttura del terreno, può raggiungere una profondità superiore ai 150 cm, simile a quella del mais (Ordóñez et al., 2018).
  • La maggior parte dell'assorbimento dal suol dal suolo si verifica entro i primi 60-90 cm (Kranz e Specht, 2012).

 

EFFETTO DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA

  • In genere la soia può sopportare un moderato stress idrico durante la crescita vegetativa, con un limitato effetto sulla resa.
  • Un eccesso di precipitazioni durante la fase vegetativa può far sì che le piante sviluppino una maggiore crescita, che non si tradurrà necessariamente in un incremento di resa. Piante più grandi possono essere più suscettibili all'allettamento durante i temporali in momenti successivi della stagione.
  • Una sufficiente disponibilità idrica è un fattore critico durante lo sviluppo dei baccelli e il riempimento dei semi (R3-R6).
  • Un'abbondante disponibilità idrica durante la fioritura, seguita da stress da siccità durante la fase di riempimento della granella, si tradurrà in semi più piccoli.