Colza

PT303

IL PRIMO IBRIDO TOLLERANTE LA SCLEROTINIA.

 

Un ibrido sviluppato con un innovativo programma di miglioramento genetico, che combina l’efficacia di geni con diverse modalità di azione per offrire un alto grado di tolleranza delle piante a Sclerotinia. Per questa sua caratteristica viene identificato con il marchio Pioneer Protector Sclerotinia. È il primo di una una nuova serie di ibridi “elite” ad alta potenzialità produttiva alla quale sono abbinati caratteri di tolleranza a particolari patologie. L’ibrido infatti si caratterizza anche per la tolleranza alla virosi TuYV (Turnip yellow virus).

 

Possiede un ciclo medio, con un buon vigore di partenza, stocchi robusti ed un’ottima tolleranza all’allettamento. Manifesta eccellente resistenza al freddo invernale ed una rapida ripresa vegetativa a fine inverno. 

 

Grazie alle sue caratteristiche presenta un’ampia adattabilità ai diversi ambienti sia del Nord che del Centro Italia. La buona resistenza all’allettamento lo rende idoneo anche in ambiente di buona fertilità, ma grazie all’eccellente vigore di partenza è idoneo anche per semine su sodo-minima lavorazione e per le semine più tardive. Si consigliano investimenti contenuti negli ambienti a maggiore fertilità e nelle semine più anticipate.

 

CARATTERISTICHE:

Potenzialità produttiva: molto elevata

Altezza pianta: media

Ciclo alla fioritura: medio

Ciclo alla maturità: medio

Vigore di partenza: eccellente

Resistenza al freddo: molto elevata

Resistenza all’allettamento: elevata

Tolleranza alle patologie: Sclerotinia

Maturazione: uniforme e rapida

Contenuto in olio del seme: eccellente

Tenore di glucosinolati: <14 micromoli/gr

 

CONSIGLI AGRONOMICI:

Ambienti consigliati: media fertilità, terreni medio-pesanti.

Interfila: 30- 45 cm

Azoto in copertura in due interventi: Ripresa vegetativa e inizio levata

 

DENSITÀ DI SEMINA

bassa fertilità e semine più tardive:

65 - 70 semi/mq (3,3 - 40 kg/ha)*

 

alta fertilità e semine in giusta epoca:

55 - 60 semi/mq (3,0 - 3,6 kg/ha)*

*(in funzione del peso dei 1.000 semi)